backpack
Park Hotel Olimpia

NEI DINTORNI

Nella preistoria, e specialmente con i Liguri, primi abitanti organizzati del nostro territorio, le vette dei monti erano considerate il punto più naturale per mettersi in contatto con le divinità, in quanto più vicine al cielo. Per questo sui monti delle quattro regioni che circondano il nostro territorio sono stati trovati nel secolo scorso i segni di questo culto materializzato con la presenza sulle vette di statuette votive di bronzo. Il monte di Pregola ha tutte le caratteristiche per essere stato considerato un monte sacro. In epoche successive sulla vetta è stata costruita una fonte battesimale, tutt’oggi visibile ed in seguito, accanto alla fonte, una chiesa di epoca longobarda di cui ancora oggi esistono i muri perimetrali e l’altare. Non solo, molti secoli dopo, si insediarono sul monte i Malaspina, costruendo un vero e proprio castello ed una ghiacciaia.

Per queste ricerche appassionate e per i relativi ritrovamenti dobbiamo ringraziare in primis il Sig. Fiorenzo Debattisti. Il sito dista pochi minuti a piedi dall’Hotel e consente anche di godere di un bellissimo panorama.

BORGHI DA VISITARE

Abbiamo pensato a tre diverse proposte di soggiorno

ESCURSIONI

Sono tantissimi i percorsi disponibili nei nostri territori

Da Brallo di Pregola si percorre il sentiero passando da Pian del Lago fino a giungere al bivio per Dezza, da dove, procedendo sulla destra, incomincia la strada bianca che corre lungo il confine tra la Lombardia e l’Emilia Romagna e dalla quale si gode di uno splendido panorama, avendo sulla destra la Valle Avagnone e sulla sinistra la più nota Val Trebbia.

Lunghezza itinerario: km 11

Dal paese di Brallo di Pregola si prosegue per circa 30 minuti in leggera salita fino al rifugio incustodito La Faggeta, superato il rifugio ci si inoltra in un bosco misto. Il percorso prosegue attraversando boschi di faggio e percorrendo il crinale del Monte Muscarello fino ad incrociare la Strada Provinciale del Monte Penice.

Lunghezza itinerario: km 5,7

Semplicissimo itinerario, adatto a tutti, specialmente alle famiglie. Si tratta di una passeggiata in gran parte su strada asfaltata, ma che attraversa splendide faggete e pinete fino ad arrivare al rifugio incustodito La Faggeta.

Lunghezza itinerario: km 1,7

Dai piani di Prodongo, si percorre in direzione nord-ovest, tutta la strada sterrata fino ad incontrare la provinciale Brallo-Giovà (SP 88) a quota 1358 m s.l.m., in corrispondenza di una sella.

Lunghezza itinerario: km 10,5

Sicuramente un itinerario molto suggestivo che conduce ad un vecchio paesino abbandonato da molti decenni.

Lunghezza itinerario: km 10,6

Questo itinerario escursionistico, lungo circa 5 km, collega i paesi di Brallo (m.950 slm) al paese di Fego (550 m s.l.m.).

Lunghezza itinerario: km 5

Partendo dal paese di Brallo di Pregola, si sale in circa 20 minuti fino al Piano della Crocetta; da questo punto, si devia a sinistra inoltrandoci nella faggeta

Lunghezza itinerario: km 3,8

Questo breve e semplice itinerario parte dalla piazza principale di Brallo di Pregola e risale per circa 200 metri in direzione Pregola.

Lunghezza itinerario: km 1,6

Questo antico sentiero rappresentava fino ad alcuni decenni fa l’unica via per arrivare alla colletta, prima che venisse creata la strada in asfalto.

Lunghezza itinerario: km 3,4

Dal Rifugio Nassano , si diramano due sentieri che portano a due piccole frazioni: Barostro e Valformosa: “Il sentiero Fontana vecchia e il sentiero Narcolo”.

icone-web-04

WELLNESS

icone-web-03

BIKE

icone-web-01

SUITE SOTTO LE STELLE

icone-web-06

SUITE SULL'ALBERO

icone-new-06

LE CAMERE

icone-web-02

RISTORANTE

icone-web-05

CENTRO TENNIS